Lega Pallavolo Serie A, Via Giuseppe Rivani, 6 - 40138 Bologna - Tel +39 051 4195660 - Fax +39 051 4195619 - Partita Iva 03747920373 - email: info@legavolley.it
 
 
 
 
    ALBO D'ORO  
Stampa
Del Monte Coppa Italia SuperLega 2016/2017
Squadre  Risultati  Calendario   
 

Cartella stampa (PDF)
La promozione in Piazza Maggiore con Lucchetta (galleria)
I tabellini delle gare (clicca qui)


Del Monte® Coppa Italia SuperLega Finale

Quinto trofeo tricolore per la Cucine Lube Civitanova grazie al successo in 4 set con la Diatec Trentino. Unipol Arena sold out con 9 mila tifosi ad applaudire le finaliste. Biancorossi ammessi di diritto alla Coppa Cev e alla Supercoppa Italiana

  

Risultato Finale Del Monte® Coppa Italia SuperLega

 

Cucine Lube Civitanova-Diatec Trentino 3-1 (25-21, 23-25, 25-15, 25-20)

 

Cucine Lube Civitanova - Diatec Trentino 3-1 (25-21, 23-25, 25-15, 25-20) - Cucine Lube Civitanova: Christenson 3, Juantorena 15, Stankovic 11, Sokolov 20, Kovar 11, Candellaro 9, Pesaresi 0, Grebennikov (L), Cebulj 0. N.E. Casadei, Corvetta, Kaliberda, Cester. All. Blengini. Diatec Trentino: Giannelli 6, Urnaut 7, Solé 10, Stokr 17, Lanza 11, Van De Voorde 9, Chiappa (L), Antonov 2, Colaci (L), Nelli 0, Mazzone D. 0. N.E. Mazzone T., Blasi, Burgsthaler. All. Lorenzetti. ARBITRI: Saltalippi, Goitre mauro carlo. NOTE – Spettatori 9000, incasso 136200. Durata set: 26', 33', 23', 29'; tot: 111'. MVP Juantorena

 

Pokerissimo della Cucina Lube Civitanova nella Del Monte® Coppa Italia SuperLega grazie al successo per 3-1 nella Finale contro la Diatec Trentino di fronte ai 9 mila presenti nel sold out dell’Unipol Arena di Casalecchio di Reno. Un punteggio maturato nonostante la strenua resistenza del team gialloblù, efficace a muro, ma in grado di portare a casa solo il secondo set. Le statistiche finali premiano il sestetto marchigiano al servizio (7-1), in attacco (55% contro il 48% dei trentini) e in ricezione.

 

Una cinquina inseguita a lungo dal Club marchigiano, a secco in Coppa Italia dalla stagione 2008/09, anno in cui sconfisse la Bre Banca Lannutti Cuneo in Finale. Poi tante delusioni nel trofeo tricolore. In cima alla lista le due finalissime perse nel 2010/11 e 2011/12 con la Diatec Trentino, squadra capace di eliminare la Cucine Lube anche in Semifinale nella passata stagione. Dopo la vittoria di Civitanova nello scontro diretto per il terzo posto dell’ultima Del Monte® Supercoppa Italiana e la sconfitta nel Campionato in corso, l’attuale capolista della SuperLega sfata il tabù Trento in Coppa Italia e rende meno pesante il divario negli scontri diretti. Sono 30 le affermazioni per la Diatec Trentino in 52 partite, 22 i successi per la Cucine Lube.

 

I trionfi biancorossi in Finale di Coppa Italia risalgono al 2000/01 e 2002/03, entrambe le volte contro la Sisley Treviso, nel 2007/08 contro M. Roma Volley, e nella già citata finale con Cuneo.

 

Al momento delle premiazioni applausi per tutti e a vincere è la correttezza sugli spalti. Il Presidente del Comitato Provinciale Fipav di Bologna Rosario Paladino consegna un riconoscimento agli arbitri del match. Il Presidente Nazionale Fipav Carlo Magri e la Presidente della Lega Volley Paola De Micheli mettono al collo dei giocatori le medaglie d’argento e d’oro, mentre è il Vice Presidente della Lega Volley Albino Massaccesi a consegnare la targa per il secondo posto. L’Amministratore Delegato della Lega Volley Massimo Righi premia come MVP lo schiacciatore biancorosso Osmany Juantorena, tra i migliori in campo insieme a Jenia Grebennikov. La Coppa Italia arriva grazie al numero acrobatico su un maxi pallone di Alessandro Maida, finalista a Italia's Got Talent e autore nell’arco della giornata di un’esibizione ispirata al mondo della pallavolo, tra poesia, danza ed evoluzioni. Poi sono le mani di Paola De Micheli a premiare Civitanova.

 

Una Finale da ricordare fin dalla ouverture con il primo ingresso del già citato Maida Dopo il riscaldamento delle squadre, inno nazionale con il coro voci bianche "teatro comunale" di Bologna diretto dal maestro Alhambra Superchi e accompagnato dal pianista Damiano Davide. Tra i momenti ludici in evidenza sul campo tricolore, le acrobazie del trio “Liberi Di”, composto da Stefano Pribaz, Valentina Marino e Roman Gorskiy, nei panni di Capitan America, Catwoman e Flash. Euforia nel palazzetto per i giochi e le kiss cam sui maxi schermi, i siparietti della Del Monte® Volley Band e i continui blitz ai margini del campo delle due mascotte, Mister Banana e Tore l’orsetto schiacciatore. Pubblico in fermento anche per la novità della realtà aumentata, che consente la massima interazione grazie a una app da scaricare per il cellulare.

 

Grande spettacolo televisivo con lo staff collaudato di RAI Sport, con doppio commento di Maurizio Colantoni e Andrea “Lucky” Lucchetta, e il salottino con Claudio Galli e Marco Fantasia, senza contare le dieci telecamere della super produzione targata Rai e Lega Volley. Unipol Arena centro del mondo sportivo per un weekend grazie alla presenza di numerosi network esteri.

 

Non ci sono sorprese nei sestetti in campo perché sia Angelo Lorenzetti che Chicco Blengini confermano i giocatori che hanno vinto la semifinale di ieri: Trento schiera la diagonale Giannelli-Stokr come alzatore e opposto, Urnaut e Lanza in posto quattro, Solè e Van de Voorde al centro con Colaci libero, Civitanova risponde con Christenson-Sokolov, Juantorena-Kovar, Stankovic-Candellaro, il libero è Jenia Grebennikov.

 

Il muro marchigiano, due volte a punto, segna l’avvio del primo set (3-1), Trento rimonta con Urnaut e Stokr (7-8). Il turno in battuta di Juantorena consente alla Lube di siglare un primo allungo (11-8). Il cambio palla funziona in casa in tutte e due le metà campo e si procede punto a punto con Civitanova sempre avanti di tre lunghezze(19-16). Il vantaggio acquisito basta ai cucinieri per andare sull’1-0 con un primo tempo di Stankovic (25-21). Nel primo set per Juantorena 5 punti con il 100% in attacco e 1 ace.

 

Il primo break del secondo set è firmato da Urnaut e Van de Voorde (3-6). Il punto del 5-8, muro di Giannelli dopo un’azione interminabile, fa sobbalzare l’intera Unipol Arena di Casalecchio di Reno, stessa cosa avviene per il 9-11 (altro block trentino). E’ ancora il servizio di Juantorena a portare la Lube in parità (11-11). Il nuovo allungo dei trentini arriva grazie a due scambi infiniti, sottolineati dai boati degli 9 mila appassionati, che i ragazzi di Lorenzetti chiudono a muro (11-14). Un ace di Christenson e un muro su Stokr riavvicinano la Lube (19-20), ma la Diatec pareggia i conti dopo un errore in battuta di Kovar (23-25).

 

Kovar e Stankovic aprono il terzo set con attacco e muro (2-0). Lanza e Van de Voorde rispondono per il 2-2. La palla out di Stokr, confermata dal Video Check, regala tre punti di vantaggio alla Lube (6-3), ma Trento rimane sempre nel set e non lascia scappare l’avversario (8-7). Sul servizio di Sokolov, i marchigiani ripartono con intensità grazie a un ottimo Kovar (15-11, time out Trento) ma è Grebennikov a fare la differenza con un paio di difese incredibili (18-12). Lorenzetti toglie Urnaut, Stokr e Van de Voorde in rapida successione e getta nella mischia Antonov, Nelli e Daniele Mazzone senza cambiare però l’inerzia di un set saldamente nelle mani dell’avversario (21-13). La frazione è segnata: il 25-15 e il conseguente 2-1 per Civitanova maturano per un errore in battuta di Lanza.

 

Il quarto set inizia con una battaglia a colpi di schiacciate e difese tra le due squadre e con grandissimo equilibrio (7-7). Il punto a punto continua ad appassionare i presenti fino all’allungo Lube, firmato da Sokolov (13-11). Poi il Video Check (invertita una decisione arbitrale su un tocco a rete) e Stankovic allargano il gap fino al 16-11. Esce Urnaut per Antonov nella metà campo trentina. Il neo entrato va subito a segno con due attacchi di fila (16-13). Trento combatte, ma Sokolov spara a terra il 20-14. Tuttavia il sestetto di coach Lorenzetti non lascia nulla di intentato per rientrare a contatto con l’avversario (22-19). Due punti di Candellaro, attacco e ace, chiudono la contesa a favore della Lube Civitanova Marche che, conquista la sua quinta Coppa Italia.

Del Monte® MVP: Osmany Juantorena (Cucine Lube Civitanova).

 

Gianlorenzo Blengini (Allenatore Cucine Lube Civitanova): "Dedico questo successo alla mia famiglia e ai ragazzi della squadra che sono stati fantastici, non solo oggi: siamo rimasti umili e consapevoli di non aver vinto nulla fino a stasera. Oggi abbiamo disputato una prova sostanziosa, di carattere, rimanendo sempre punto a punto anche nei momenti difficili, con più continuità rispetto alla gara di ieri. La dedica più importante, però, è per la proprietà, che mi dà il privilegio di poter allenare questi campioni, e per i giocatori che scendono meno in campo. Questi atleti giocherebbero titolari in qualsiasi altra società e si fanno trovare sempre pronti ogni volta che vengono chiamati in causa: con una proprietà e una squadra così, l'allenatore può accompagnare solo".

 

Osmany Juantorena (Cucine Lube Civitanova): "Una grande soddisfazione, eravamo stanchi dopo i cinque set di ieri ma abbiamo dato tutto in campo. Dopo la sconfitta di un anno fa contro Trento in semifinale, stavolta ci siamo presi una bella rivincita grazie ad una prestazione ottima di tutta la squadra, tenendo sempre alto il nostro livello di gioco".

 

Angelo Lorenzetti (Allenatore Diatec Trentino):Non siamo riusciti a colmare il gap che abbiamo dimostrato di avere rispetto alla Lube in SuperLega. Non siamo ovviamente i soli ad essere più indietro di questo avversario in tanti settori del gioco. Abbiamo dato tutto quello che avevamo, ma non siamo riusciti a incidere in battuta, anche per meriti specifici di Civitanova. Abbiamo commesso anche qualche errore in più del solito al servizio, perché abbiamo cercato in tutti i modi di togliere la palla dalle mani di Christenson senza riuscirci. Per rispondere colpo su colpo avremmo dovuto avere un cambio palla perfetto, mentre il nostro è stato solo buono. Questo secondo posto è un grande risultato; per ottenerlo siamo andati anche oltre i nostri limiti. L’atteggiamento è quello giusto ma dobbiamo provare a dare ancora qualcosa in più”.

 

Jan Stokr (Diatec Trentino): "Il primo set è stato fondamentale per il risultato finale. Abbiamo commesso troppi errori e per Civitanova è stato più semplice vincerlo. Abbiamo reagito nel secondo parziale, poi in quelli successivi abbiamo faticato a contenerli con muro e difesa. Battendo molto bene gli avversari ci hanno sempre creato problemi e non era semplice mettere a terra il pallone contro il muro schierato".

 

 

 

 

Civitanova (1a) 1

 

 

 

 

Vibo Valentia (8a) 1

3-0

Cucine Lube Civitanova (1a) 1

 

 

 

3-1

Vibo Valentia (8a) 0

3-2

 

 

 

Padova (9a) 0

 

 

Cucine Lube Civitanova (1a) 1

 

 

 

Perugia (4a) 0

 

3-1

 

 

Piacenza (5a) 1

2-3

LPR Piacenza (5a) 0

 

 

 

3-1

Piacenza (5a) 1

 

 

 

 

Molfetta (12a) 0

 

 

 

Del Monte® Coppa Italia SuperLega

 

Trento (2a) 1

 

 

2016/17

 

CUCINE LUBE CIVITANOVA

Monza (7a) 1

3-0

Diatec Trentino (2a) 1

 

 

 

3-2

Monza (7a) 0

3-2

 

 

 

 Ravenna (10a) 0

 

 

Diatec Trentino (2a)  0

 

 

 

Modena (3a) 1

 

 

 

 

Verona (6a) 0

3-0

Azimut Modena (3a) 0

 

 

 

0-3

Sora (11a) 0

 

 

 

 

Sora (11a) 1

 

 

 

 

 

 


ALBO D’ORO COPPA ITALIA SUPERLEGA

1978/79 Panini Modena

1979/80 Panini Modena

1980/81 Edilcuoghi Sassuolo

1981/82 Santal Parma

1982/83 Santal Parma

1983/84 Bartolini Bologna

1984/85 Panini Modena

1985/86 Panini Modena

1986/87 Santal Parma

1987/88 Panini Modena

1988/89 Panini Modena

1989/90 Maxicono Parma

1990/91 Il Messaggero Ravenna

1991/92 Maxicono Parma

1992/93 Sisley Treviso

1993/94 Daytona Modena

1994/95 Daytona Las Modena

1995/96 Alpitour Traco Cuneo

1996/97 Las Daytona Modena

1997/98 Casa Modena Unibon

1998/99 Tnt Alpitour Cuneo

1999/00 Sisley Treviso

2000/01 Lube Banca Marche Macerata

2001/02 Noicom Brebanca Cuneo

2002/03 Lube Banca Marche Macerata

2003/04 Sisley Treviso

2004/05 Sisley Treviso

2005/06 Bre Banca Lannutti Cuneo

2006/07 Sisley Treviso

2007/08 Lube Banca Marche Macerata

2008/09 Lube Banca Marche Macerata

2009/10 Itas Diatec Trentino

2010/11 Bre Banca Lannutti Cuneo

2011/12 Itas Diatec Trentino

2012/13 Itas Diatec Trentino

2013/14 Copra Elior Piacenza

2014/15 Parmareggio Modena

2015/16 DHL Modena

2016/17 CUCINE LUBE CIVITANOVA

 

La vincitrice va in Europa e parteciperà alla Del Monte® Supercoppa 2017

 

La vincitrice della Del Monte® Coppa Italia entra in Europa e acquisisce il diritto di giocare la Coppa CEV 2017-18. Non solo: avrà anche un biglietto per la finale a 4 della Del Monte® Supercoppa che inaugurerà la prossima stagione.

 

 

Del Monte® Coppa Italia

2a Semifinale: i gialloblù di Angelo Lorenzetti superano al tie break la Azimut Modena al culmine di un match tiratissimo nella festa sold out dell’Unipol Arena, che domani aprirà un nuovo settore. La Finalissima tra Cucine Lube Civitanova e Diatec Trentino andrà in scena alle 17.30. La giornata si aprirà alle 14.00 con la Finale di Del Monte® Coppa Italia Serie A2 Emma Villas Siena – Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania

 

 Risultato Del Monte® Coppa Italia SuperLega. 2a Semifinale

 

Cucine Lube Civitanova-LPR Piacenza 3-2 (25-12, 23-25, 25-15, 24-26, 15-13); Diatec Trentino-Azimut Modena 3-2 (26-28, 30-28, 22-25, 30-28, 15-13)

 

 Diatec Trentino - Azimut Modena 3-2 (26-28, 30-28, 22-25, 30-28, 15-13) - Diatec Trentino: Giannelli 7, Urnaut 15, Solé 9, Stokr 17, Lanza 23, Van De Voorde 12, Chiappa (L), Nelli 1, Antonov 2, Mazzone D. 2, Colaci (L), Blasi 0. N.E. Mazzone T., Burgsthaler. All. Lorenzetti. Azimut Modena: Orduna 2, Ngapeth E. 27, Le Roux 9, Vettori 20, Petric 16, Piano 10, Rossini (L), Massari 0, Cook 0. N.E. Zanni, Salsi, Holt, Ngapeth S., Onwuelo. All. Piazza. ARBITRI: Rapisarda, Cesare. NOTE - durata set: 33', 32', 28', 37', 19'; tot: 149'.

 

Sarà Cucine Lube Civitanova – Diatec Trentino la resa dei conti della Del Monte® Coppa Italia SuperLega 2016/17, in programma domani alle 17.30 a Casalecchio di Reno. Dopo la vittoria dei marchigiani nella prima Semifinale, al tie break con la LPR Piacenza, in serata è arrivato il secondo verdetto al termine di un’altra maratona, con i gialloblù di Angelo Lorenzetti capaci di rimontare per due volte la Azimut Modena per poi centrare il sorpasso decisivo al quinto set. Solo gloria personale per Ngapeth, best scorer con 27 punti. Le statistiche di squadra premiano Trento per un nonnulla, leggermente avanti in attacco, ricezione e al servizio, così come il punteggio conclusivo.

 

Alle porte un confronto ricco di suggestioni, visto che la Diatec Trentino, oltre ad aver eliminato Civitanova nella passata stagione in Semifinale di Coppa Italia, ha già sconfitto i marchigiani nelle finalissime del 2012 e del 2013. Ad aggiungere pepe sotto rete la presenza di due ex importanti come Osmany Juantorena e Tsvetan Sokolov, in passato glorie del roster trentino e ora stelle in maglia biancorossa. Proprio la Lube Civitanova, che ha già alzato al cielo la Coppa Italia per quattro volte, è a caccia del pokerissimo, ma prima dovrà vedersela con la sua “bestia nera”, domata nella Finalina per il terzo posto all’ultima Del Monte® Supercoppa andata in scena a Modena. Nei 51 precedenti in Serie A il Club trentino si è imposto 30 volte.

 

Ancora disponibili alcuni biglietti per le due finali, circa 300 tra gradinate e tribune al momento in cui scriviamo. Gran pienone nella giornata odierna con 7.500 spettatori sugli spalti. Spettacolo sulle gradinate con i tifosi festanti di ambo le squadre. Domani l’Unipol Arena raggiungerà il massimo della capienza per i posti a sedere grazie all’apertura di nuova tribuna.

 

Nota di colore, la sorpresa al secondo arbitro Stefano Cesare, accolto da un fiocco rosa in bella vista sul palo di sostegno della rete in omaggio alla recente nascita della sua terzogenita Sara. Avanti con grande coinvolgimento degli spettatori i giochi interattivi sui maxi schermi e le interviste di Lorenzo Dallari agli atleti. Tanto afflusso tra una partita e l’altra anche nella Volley Gallery con gli stand delle sei squadre protagoniste della due giorni presi d’assalto, così come il desk riservato all’associazione creata da Giacomo Sintini per aiutale la ricerca contro il cancro.

 

In soccorso dei tanti appassionati rimasti senza biglietto la super produzione di RAI Sport e Lega Pallavolo Serie A con 10 telecamere a immortalare le fasi di gioco, a raddoppiare lo standard di una partita di Campionato.

 

Sestetto iniziale di Modena senza Holt, al suo posto Piano, Trento con la squadra tipo.

 

Break Modena su battuta Orduna (2-4), Vettori lancia la Azimut (7-10), concentrata a muro (8-13). Diatec recupera tre punti con Lanza (15-14, time out Piazza), pareggia l’ace di Stokr, sorpasso Van de Voorde a muro.  Ora è battaglia: Ngapeth riporta avanti i gialloblu (16-18). C’è spettacolo in campo con difese e coperture di altissimo livello; Trento agguanta di nuovo Modena con Stokr a muro (22-22). Petric mette a rete dal servizio il primo set ball modenese e Trento ribalta (25-24), magia di Ngapeth per il controsorpasso. Sul set ball di Modena, il direttore di gara chiama il Video Check che dà ragione alla Azimut (26-28) in un set in cui Ngapeth e Lanza hanno rivaleggiato in bravura.

 

Trento scappa via subito in avvio di secondo set (5-2), costringendo Piazza al time out. La Diatec è sempre avanti fino al pareggio dell’Azimut firmato da Ngapeth (11-11). La squadra di Lorenzetti rimette il naso avanti con una fiammata di Urnaut (16-13) Una palla out di Lanza, uno dei rari errori dello schiacciatore azzurro, e un ace rimettono la contesa in parità (22-22): anche questo set va ai vantaggi e nel concitato finale il muro trentino ha la meglio (30-28).

 

Battaglia punto a punto nelle prime fasi di terzo set (5-5). Un primo allungo di Trento (7-5) è stoppato dall’Azimut guidata da Ngapeth e dalle difese di Rossini (7-10). Lorenzetti getta nella mischia Antonov per Urnaut e Nelli per Stokr, sono Petric col suo 80% e Piano a muro ad allargare il gap (8-14). Entra anche Daniele Mazzone per Solè, ma ora l’inerzia del set è nelle mani dei campioni d’Italia (10-17). Rientrano in campo Stokr e Urnaut, Giannelli dalla zona di battuta porta Trento sotto di 4 punti (17-21, time out Piazza). Il sestetto di Lorenzetti non molla (20-22), soccombe solo nel finale al muro su Stokr di Ngapeth (22-25).

 

Un inizio di quarto set equilibratissimo diverte il sold out dell’Unipol Arena (7-7). Trento allunga (10-8) ma non si scrolla di dosso gli avversari che agganciano la parità con Ngapeth (11-11); azioni lunghissime si susseguono sul taraflex di Casalecchio, è il servizio di Le Roux a portare avanti Modena per la prima volta nel set (13-14). I ragazzi di Lorenzetti non si scompongono e riprendono la marcia (16-14), interrotta subito da un turno in battuta di Petric che consente ai modenesi di tornare in vantaggio (18-19). Le due squadre procedono a braccetto (24-24) e si va ai vantaggi per la terza volta su quattro set. Un Video Check (tocco a muro su attacco di Petric) dà ragione a Modena che ha un primo match ball, annullato da Lanza. Giannelli mura Petric (26-25), lo stesso fa Piano che cancella il possibile 2-2. Un altro tocco a muro visto dal Video Check strozza in gola l’urlo di Trento (27-27) che chiude poi con l’ace di Giannelli.

 

Si decide tutto in pochi palloni: Modena allunga subito (3-5) e va al cambio campo sul 6-8, Urnaut rimette il set e la partita in parità per l’ennesima volta (9-9). Le due squadre non vogliono mollare nemmeno un centimetro, a decidere è una palla out di Petric (15-13). 

 

Domani lo spettacolo si aprirà alle 14.00 con la Finale della Del Monte Coppa Italia Serie A2 tra Emma Villas Siena e Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania.

 

 

Angelo Lorenzetti (Allenatore Diatec Trentino):Abbiamo fatto la partita che ci eravamo ripromessi di giocare, restando sempre attaccati agli avversari anche nei momenti più difficili. Siamo stati anche fortunati, perché abbiamo approfittato dell’assenza di Holt e degli errori commessi dai nostri avversari nel quinto set, però abbiamo avuto un grande cuore. Non siamo stati sempre continui, ma non abbiamo mai smesso di crederci come ci eravamo promessi alla vigilia. E’ bello allenare squadre di questo tipo perché ti danno tanto e ti offrono l’opportunità di giocare gare importanti come quella di oggi o come quella che affronteremo domani sera”.

 

Simone Giannelli (Diatec Trentino): "E' stata una partita lunghissima ed esaltante, siamo stati bravi a crederci sino alla fine dimostrando di che pasta siamo fatti. Abbiamo fatto tutti la nostra parte, guadagnando la terza finale di fila; non può essere un caso siamo orgogliosi ma stiamo già pensando al match di domani con la Lube che sarà ancora più importante".

 

 

Roberto Piazza (Allenatore Azimut Modena):Abbiamo giocato contro una grande squadra, che ha meritato di vincere dopo una partita tiratissima dimostrandosi più cinica nei momenti cruciali. La mancanza di Holt? Si parla di chi ha giocato e chi ha giocato lo ha fatto molto bene. Rialziamo subito la testa, la stagione è ancora lunga”.

 

Nemanja Petric (Azimut Modena):Siamo dispiaciuti, molto dispiaciuti. E’ inutile nasconderlo, abbiamo giocato una partita importante contro una squadra importante e loro hanno meritato di vincere. Ringrazio tutti i tifosi, fantastici, come sempre”.

 

 

 

Del Monte® Coppa Italia

1a Semifinale: Di fronte a oltre 7500 spettatori la Cucine Lube Civitanova vola in Finale grazie al sofferto 3-2 contro la combattiva LPR Piacenza. Sfida mozzafiato tra il best scorer Sokolov, 32 punti, ed Hernandez, 31 punti. Diatec Trentino e Azimut Modena si stanno giocando il secondo pass

 

Risultato Del Monte® Coppa Italia SuperLega. 1a Semifinale

 

Cucine Lube Civitanova-LPR Piacenza 3-2 (25-12, 23-25, 25-15, 24-26, 15-13); Diatec Trentino-Azimut Modena – In corso di svolgimento

 

 

Cucine Lube Civitanova - LPR Piacenza 3-2 (25-12, 23-25, 25-15, 24-26, 15-13) - Cucine Lube Civitanova: Christenson 7, Juantorena 16, Stankovic 12, Sokolov 32, Kovar 10, Candellaro 9, Grebennikov (L), Pesaresi 0, Cebulj 0. N.E. Casadei, Corvetta, Cester, Kaliberda. All. Blengini. LPR Piacenza: Hierrezuelo 7, Clevenot 9, Alletti 1, Hernandez Ramos 31, Marshall 8, Tencati 4, Papi (L), Parodi 1, Yosifov 1, Manià (L), Cottarelli 1, Tzioumakas 0. N.E. Zlatanov, Di Martino. All. Giuliani. ARBITRI: La micela sandro, Gnani. NOTE – Spettatori 7540. Inccasso 122814. durata set: 22', 31', 22', 31', 22'; tot: 128'.

 

Spettacolo allo stato puro di fronte ai 7540 appassionati di volley presenti all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno. La Cucine Lube Civitanova è la prima finalista della Del Monte® Coppa Italia SuperLega grazie al 3-2 contro una mai doma LPR Piacenza, piegata dopo oltre due ore di gioco. La capolista della SuperLega UnipolSai si deve sudare fino in fondo il passaggio del turno. Per due volte in vantaggio i biancorossi subiscono il ritorno degli emiliani e riescono a imporsi dopo una rimonta elettrizzante al tie break, trainati da Sokolov, best scorer con 32 punti e il 67% di efficacia davanti all’avversario Hernandez (31 punti con il 54%). Piacenza abile in ricezione e con la testa sgombra, ma la maggior concretezza civitanovese in attacco (59%-43%) e a muro (16-6) legittima un successo maturato solo al fotofinish.Un sollievo per il sestetto marchigiano, a caccia del quinto trofeo tricolore, ma a secco dal 2008/09 e reduce da tre stop di fila in semifinale dopo le due sconfitte in Finale con Trento.

 

A caldeggiare l’attesa e ad accrescere lo spettacolo nelle pause ci pensano lo speaker ufficiale della Del Monte® Final Four, Pietro Di Alessandri, e il noto volto televisivo Lorenzo Dallari, protagonista dei primi boati grazie alle interviste di big come Samuele Papi e Osmany Juantorena, ma anche con il suggestivo abbraccio pre-gara tra gli allenatori Gianlorenzo Blengini e Alberto Giuliani. Dichiarazioni intervallate da quiz e giochi con gli spettatori grazie ai maxi schermi. Tra le novità più intriganti la app per la realtà aumentata, il massimo dell’interazione in Italia per un evento così importante. A incantare i più piccoli le scorribande ai margini del campo delle mascotte più amate dai bambini, l’immancabile Mister Banana, personaggio targato Del Monte® e Tore, l’orsetto schiacciatore. Baci a volontà sugli spalti con la kiss cam, fantasia in libertà con le originali cornici per i tifosi. L’occhio elettronico del Video Check System presente all’appello con 17 telecamere orientate sul taraflex tricolore insieme alla novità del terzo arbitro e della pistola laser per misurare la velocità del pallone al servizio.

 

RAI Sport presente con una squadra di top player, guidata dai tempi televisivi di Maurizio Colantoni, Andrea Lucchetta e Marco Fantasia

 

Nessuna sorpresa in avvio. Cucine Lube Civitanova che si presenta con Christenson al palleggio per Sokolov opposto, in banda Kovar e Juantorena, al centro Candellaro e Stankovic, Grebennikov. LPR Piacenza risponde con Hierrezuelo in cabina di regia per la bocca da fuoco Hernandez, laterali Clevenot e Marshall, Centrali Tencati e Alletti, libero Manià.

 

Primo set punto a punto fino al 5-5, poi i marchigiani, più ordinati a muro, spaccano il set con gli attacchi di Juantorena, Sokolov e Stankovic per un parziale di 7-0 favorito dal turno al servizio di Candellaro (12-5). Piacenza difende con il cuore e schiaccia a tutto braccio con Hernandez per recuperare, ma Stankovic non concede nulla (15-7). Tempo un’altra giocata e Giuliani inserisce Parodi per Clevenot. Muro civitanovese protagonista anche nel finale (18-8). Sull’ace del 22-10 targato Sokolov i giochi sono decisi. Il bulgaro firma il mani out decisivo (25-12). I suoi 8 punti (67%) e il divario in attacco rispecchiano le difficoltà di Piacenza, a secco di muri vincenti rispetto ai 6 degli avversari.

 

Al rientro lo sprint è della Cucine Lube (10-6). Reazione d’orgoglio degli emiliani che impattano con il block di Hierrezuelo (12-12). Hernandez risponde colpo su colpo, ma il break è di Stankovic (17-15). Giuliani inserisce Parodi e Yosifov per Clevenot e Tencati. Quando la Cucine Lube sembra tornare padrona del gioco l’ace di Marshall ristabilisce la parità, mentre il block di Hierrezuelo vale il sorpasso (18-19). In campo parte la danza cubana con Hernandez che buca il muro per il +2 (19-21) e Hierrezuelo letale a rete (19-22). Sul 20-22 tornano in campo Clevenot e Tencati. Il doppio ace di Sokolov rimette in gioco Civitanova (23-23). Il servizio a rete del bulgaro e il punto di Hernandez (23-25) fanno partire la torcida piacentina sugli spalti. A fare la differenza gli episodi nel finale e la tenuta della ricezione piacentina nel cuore del set.

 

Lo spettacolo in campo prende quota, così come Sokolov e Christenson, che volano per il 10-7. Giuliani ripropone la staffetta del secondo set inserendo Parodi e Yosifov, ma gli uomini di Blengini questa volta non rallentano e trovano l’ace del 15-9 con Juantorena. La potenza del servizio di Civitanova e qualche errore diretto di Piacenza fanno la differenza (20-12). Poco dopo rientrao Tencati e Clevenot tra gli emiliani. Un errore di Piacenza manda Juantorena al servizio per il set ball (24-15). Il lungolinea di Hernandez non trova il campo (25-15). I 9 punti di Sokolov con il 100% in attacco dicono tutto insieme ai 4 ace biancorossi.

 

Nel quarto set l’ace di Christensen porta Civitanova sul 13-11. Sul possibile colpo del kappaò il Video Check System inverte il punteggio rimettendo in gioco Piacenza (14-13). La serie al servizio di Clevenot è decisiva per il pareggio (17-17), poi Piacenza mette il naso avanti, complice un malinteso in impostazione dei rivali (17-18). Sokolov firma il sorpasso (19-18), ma Hernandez trova l’ennesimo ribaltone (19-20). Sul 20-20 Kovar lascia il posto a Pesaresi. In volata sale in cattedra Hernandez al servizio e in attacco (20-23). Civitanova prova a rientrare (22-23). L’opposto cubano colpisce con il suo decimo punto del set (24-22), ma un errore in attacco e l’ace di Juantorena rimettono tutto in discussione. Fatali per Civitanova il successivo errore al servizio, mentre Piacenza allunga il match con l’ace del nuovo entrato Cottarelli (24-26).

 

Avvio choc al tie break per la Cucine Lube, bersagliata da Hernandez al servizio (0-3). Sotto 3-6, Civitanova ribalta il punteggio con un parziale di 4 punti chiuso dai muri di Candellaro e Christenson (7-6). Le squadre si equivalgono, ma l’ace di Christenson e l’attacco out di Marshall sono decisivi per il break marchigiano del 12-10. Kovar gioca di sponda con astuzia per il 14-12. Hernandez annulla la prima palla match, ma il sevizio fuori misura di Hierrezuelo manda in finale la truppa di Blengini (15-13).

 

In corso di svolgimento la seconda Semifinale tra Diatec Trentino e Azimut Modena.

 

 

Gianlorenzo Blengini (Allenatore Cucine Lube Civitanova): "Mi aspettavo una ostacolo molto duro e così è stato, in un match con tanti capovolgimenti di fronte. Nel secondo e quarto set abbiamo avuto l'attimo per andarcene via, ma non lo abbiamo sfruttato, merito anche di Piacenza, una squadra di grandi giocatori che vogliono vincere. Nel primo set siamo stati bravi in ogni aspetto, poi dal secondo abbiamo faticato un po' in ricezione e a prendere con il muro l'opposto Hernandez. Sono felice di aver conquistato la finale con la Lube, la nostra squadra è costruita per vincere e dovremo fare un altro passo: domani sarà durissima. Andiamo avanti sempre pensando a una partita alla volta".

 

Dragan Stankovic (Cucine Lube Civitanova): "Finalmente siamo riusciti a tornare in finale di Coppa Italia dopo tre sconfitte consecutive in semifinale. Piacenza ha dimostrato che non ha vinto per caso con Perugia: dopo il primo set, dove abbiamo accumulato subito un largo vantaggio, è stata una gara quasi sempre punto a punto. Bene l’impresa nel tie break, dopo essere partiti male contro una squadra caricata dalla rimonta. Abbiamo aspettato il nostro momento e alla fine una palla ha fatto la differenza".

 

 

Leonel Marshall (LPR Piacenza):Sono molto contento di questa squadra. Una gara del genere fa capire che siamo un team in grado di giocare alla pari con chiunque. Ci è mancato molto poco. Civitanova nel primo set ci ha particolarmente messo in difficoltà in battuta e nelle zone di conflitto. Sapevamo di avere a che fare con una squadra forte che ha dimostrato di esserlo fin dall’inizio del match. Grazie a tutti i tifosi che ci hanno seguito dimostrando appieno il loro affetto ancora una volta”.

 

Luca Tencati (LPR Piacenza):C’è molto rammarico esclusivamente per il tie break, in particolareper quanto sprecato sul finale. Per il resto abbiamo giocato bene, alla pari di una grande squadra che nel primo parziale ha fatto delle cose incredibili”.

 

 

 

Del Monte® Coppa Italia

Tutto pronto per la Del Monte® Coppa Italia SuperLega Final Four e per la Finale Del Monte® Coppa Italia A2 in programma sabato 28 e domenica 29 gennaio all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BO)

 

Passaggio del testimone tricolore dal Mediolanum Forum di Assago (MI) all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BO) per la Del Monte® Coppa Italia Finali 2017 che torna sul suolo emiliano, dopo le seguitissime edizioni andate in scena al PalaDozza nel 2014 e nel 2015. Nel fine settimana del 28 e 29 gennaio, l’impianto tecnologico alle porte di Bologna proporrà la Final Four Del Monte® Coppa Italia SuperLega e la Finale Del Monte® Coppa Italia Serie A2, che resta protagonista all’interno della kermesse dedicata alle quattro Semifinaliste della massima serie.

 

A sette anni dal primo V-Day, che nel 2010 assegnò lo Scudetto a Cuneo, il maxi impianto emiliano, il più grande e moderno complesso per eventi in Italia, con la possibilità di contenere fino a 18 mila persone, è pronto per far sognare ancora gli appassionati del grande volley. Ad attendere i tifosi ci sarà un’immersione nella pallavolo giocata con una cura per i dettagli e l’interazione senza precedenti grazie all’esordio della realtà aumentata e con l’ausilio di altri espedienti all’avanguardia per apprezzare al massimo le gesta di tutti giganti in campo.

 

Un’organizzazione certosina a cura della Lega Pallavolo Serie A, spalleggiata da Regione Emilia Romagna, Città Metropolitana di Bologna, i Comitati FIPAV Regionale Emilia Romagna e Provinciale Bologna. Un grande lavoro che sarà valorizzato dalla passione dei tantissimi tifosi. Per il sesto anno consecutivo il Title Sponsor dell’evento sarà Del Monte®, uno dei maggiori produttori e distributori a livello mondiale di frutta e verdura fresca.

 

Spettacolo allo stato puro dentro e fuori dal campo con le giocate mozzafiato delle quattro squadre Semifinaliste di SuperLega, che si alterneranno al divertimento delle numerose attività ai margini del campo, sovrastate dalle coreografie multicolore dei supporter. In corsa per la conquista della Del Monte® Coppa Italia SuperLega LPR Piacenza, vincente nei Quarti di Finale con la Sir Safety Conad Perugia, che sabato 28 gennaio alle 15.30 sarà impegnata con la testa di serie Cucine Lube Civitanova (diretta RAI Sport 1). Nell’altra Semifinale, alle 18.00, la Diatec Trentino  incontrerà i campioni in carica dell’Azimut Modena (diretta RAI Sport 1). Sarà poi una sfida del tutto inedita per quanto riguarda la Coppa Italia, quella che domenica 29 gennaio, alle 14.00, vedrà di fronte la Emma Villas Siena e la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania (live streaming Lega Volley Channel), pronte a contendersi la Del Monte® Coppa Italia Serie A2 nella finalissima, lo scorso anno conquistata dalla Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia. Match che sarà seguito, alle 17.30, dall’evento clou, la resa dei conti della Del Monte® Coppa Italia SuperLega tra le vincitrici delle Semifinali (diretta RAI Sport 1). La squadra che trionferà a Bologna sarà ammessa alla CEV Cup 2017-18 e avrà inoltre un pass per la finale a quattro della Del Monte® Supercoppa, trofeo inaugurale della prossima stagione.

 

Il weekend della #delmontecoppa sarà social più che mai: l’hashtag è già pronto su Instagram e Facebook per sviscerare sui social le emozioni e gli scatti più cool della Del Monte® Coppa Italia. Ognuno potrà interagire coi canali della Lega Pallavolo serie A e finire sui maxi-schermi.

 

In collaborazione con Digital Sport Lab, la Lega Pallavolo Serie A porterà la realtà aumentata sull’Event Program, che verrà distribuito al pubblico dell’Unipol Arena. Scaricando la app BLINKAR e inquadrando le apposite sezioni del depliant, il proprio smartphone rivelerà contenuti esclusivi. La realtà aumentata (da non confondersi con realtà virtuale e QRcode, che permette solo la lettura di informazioni, ma non l’interazione diretta e immediata e tanti altri vantaggi) si può applicare a qualsiasi supporto di comunicazione, essenzialmente cartaceo, ma anche direttamente sui prodotti stessi. Una tecnologia digitale mai adottata prima in un evento sportivo con un riscontro di così alto livello in Italia.

 

Ad aiutare arbitri e giocatori in campo nelle situazioni più controverse ci sarà come sempre il Video Check System, che esordì nel volley nostrano proprio in Coppa Italia, nella Final Four 2012/13. All’esordio furono 10 le telecamere installate per sorvegliare i palloni in/out. A quattro anni di distanza saranno invece 17 le ottiche pronte a sorvegliare il campo, con replay sia su maxischermo che sulle Tv dei telespettatori. Rispetto al debutto della tecnologia introdotta in Italia dalla Lega Volley sono aumentate le tipologie di chiamata degli allenatori nei 7 secondi dopo la fine di un’azione: palla in/out, fallo di servizio, fallo di invasione a rete e tocco del muro. Ai margini del campo ci sarà anche il “terzo arbitro”. Sarà l’arbitro di riserva, designato insieme a primo e secondo arbitro, ad analizzare il video replay sullo schermo del Video Check, a sua volta comandato dall’Addetto Video Check Fipav. Il terzo arbitro informerà via radio i primi due, ma il responsabile della decisione finale resterà comunque il primo arbitro.

 

Intrattenimento anche nelle pause grazie alla Volley Gallery, un’area riservata alle degustazioni dei prodotti Del Monte®, Title Sponsor dell’evento, agli stand delle sei squadre finaliste e a Mikasa, Fornitore Ufficiale della Lega Pallavolo Serie A. Intrattenimento, gadget, divertimento e Volley Shopping, dedicati agli spettatori delle Finali.

 

Selfie in quantità industriale con i propri beniamini ai bordi dell’arena, ma anche al fianco delle gigantografie dei campioni. Per chi sogna di essere protagonista all’Unipol Arena può confidare sul maxi-schermo e le cornici più divertenti pronte a “catturare” gli spettatori, ma anche la tradizionale freccia di Cupido della “kiss cam” e varie novità coinvolgenti. Dopo il successo della Supercoppa il celebre volto televisivo Lorenzo Dallari gestirà presentazioni e interviste con il suo charme. A scaldare ancor di più il palasport le musiche itineranti della Del Monte® Volley Band.

 

Il mondo del volley e i suoi atleti si schierano ancora una volta di fianco alla ricerca contro il cancro appoggiando l’associazione benefica fondata dall’ex giocatore di Serie A Giacomo “Jack” Sintini, che sarà presente nella Volley Gallery per incontrare tutti e rilasciare informazioni.

 

RAI Sport prenderà per mano la kermesse milanese e la porterà nelle case degli italiani in diretta per Semifinali e Finale grazie a uno staff collaudato con Maurizio Colantoni, Andrea Lucchetta al commento tecnico e un salottino per i vari ospiti che si alterneranno in diretta condotto da Marco Fantasia affiancato da Claudio Galli. Grande spazio anche dei broadcaster esteri. La Finale Del Monte® Coppa Italia Serie A2, invece, sarà trasmessa domenica a partire dalle 13.50 da Lega Volley Channel, la Web TV di Lega Pallavolo, con il commento di Walter Astori e Andrea Brogioni. Le TV regionali partner dei Club (Telelibertà Piacenza, RTTR Trento, TRC Modena, TV Centro Marche Arancia Television) daranno poi ampio spazio ai match con la programmazione delle differite.

 

Grande spazio anche dei broadcaster esteri: l’evento sarà seguito a livello mondiale in diretta o near-live da Sportklub (Serbia, Kosovo, Croazia, Bosnia Erzegovina, Slovenia, Macedonia, Montenegro), Sportklub Poland (Polonia), Ote (Grecia), Saran (Turchia), Sky Mexico (Mexico, Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Honduras, Nicaragua, Panama, Repubblica Dominicana), Sportmax (Caraibi alle Bermuda, Bahamas, Antigua e Barbuda, Isole Caimán, Jamaica, Granada, Barbados, Isole Vergini Britanniche, Santa Lucía, Trinidad e Tobago, Aruba, San Vincenzo e Grenadine), Img e Perform (distribuzione streaming mondiale per betting).

 

Il programma:

Del Monte® Coppa Italia SuperLega – Final Four

Unipol Arena – Casalecchio di Reno (BO)

Sabato 28 gennaio 2017, ore 15.30

1a Semifinale

Cucine Lube Civitanova (1a) – LPR Piacenza (5a) Diretta RAI Sport 1

Diretta streaming su www.raisport.rai.it

Sabato 28 gennaio 2017, ore 18.00

2a Semifinale

Diatec Trentino (2a) – Azimut Modena (3a)  Diretta RAI Sport 1

Diretta streaming su www.raisport.rai.it

 

Del Monte® Coppa Italia Serie A2 – Finale

Unipol Arena – Casalecchio di Reno (BO)

Domenica 29 gennaio 2017, ore 14.00

Emma Villas Siena - Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania  Diretta Lega Volley Channel

 

Del Monte® Coppa Italia SuperLega – Finale

Unipol Arena – Casalecchio di Reno (BO)

Domenica 29 gennaio 2017, ore 17.30

Finale Diretta RAI Sport 1

Diretta streaming su www.raisport.rai.it

 

 

Del Monte® Coppa Italia SuperLega Final Four

 

Cucine Lube Civitanova (1a) – LPR Piacenza (5a)

 

La corazzata Cucine Lube Civitanova, regina d’inverno della Regular Season di SuperLega sotto la guida del tecnico della Nazionale Gianlorenzo Blengini, contro l’outsider LPR Piacenza del timoniere Alberto Giuliani, ex allenatore biancorosso che ora vuole il colpaccio vicino al quartier generale del suo team. Una sfida nella sfida a romanzare i capitoli decisivi della Del Monte® Coppa Italia 2016/17. Si tratta del remake della Semifinale 2008/09, vinta in 4 set dall’allora Lube Banca Marche Macerata di Ferdinando De Giorgi, che poi si impose con lo stesso punteggio in Finale con Cuneo. Le due squadre si sono già incontrate 43 volte in Serie A: il bilancio è di 25 successi per Civitanova e di 18 affermazioni per gli emiliani. Ventidue le partecipazioni per i civitanovesi, che hanno vinto la Coppa Italia quattro volte tra la stagione 2000/01 e l’annata 2008/09. La Cucine Lube, che nei Quarti di Finale ha eliminato la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, vuole interrompere il digiuno. Quasi una maledizione, visti gli stop in Finale con Trento (2011/12 e 2012/13) e l’epilogo dello scorso anno nella Semifinale persa, sempre con la Diatec, al quinto set in volata. Il sestetto di Blengini ha tutte le carte in tavola per fare bene e ritroverà da avversario lo schiacciatore Simone Parodi, bandiera biancorossa dal 2011 al 2016. Anche Piacenza ha provato la gioia di arrivare fino in fondo nella massima coppa nazionale, vinta per la prima volta al culmine di una delle due partecipazioni al format per la Serie A2, nel 2001/02. Piacenza si è ripetuta anche nella massima serie che, l’ha già vista partecipare in passato dieci volte: il successo è arrivato nell’edizione 2013-2014, con Luca Monti in panchina, grazie all’exploit sul filo di lana contro la Sir Safety Perugia. Un risultato capace di rendere meno nitida la caduta in 4 set patita nel 2005/06 in Finale con Cuneo. Per raggiungere di nuovo l’ultimo atto Piacenza, che nei Quarti di Finale ha estromesso gente del calibro di Aleksandar Atanasijevic e Ivan Zaytsev, dovrà battere la squadra in cui militano due ex, l’alzatore Antonio Corvetta e il martello Denys Kaliberda.

 

PRECEDENTI: 43 (25 successi Civitanova, 18 successi Piacenza)

PRECEDENTI IN COPPA ITALIA: 1 - Semifinale 2008-2009 (Macerata - Piacenza 3-1)

EX: Antonio Corvetta a Piacenza nel 2012-2013, Denys Kaliberda a Piacenza nel 2013-2014, Simone Parodi a Civitanova dal 2011 al 2016.

A CACCIA DI RECORD:

In Campionato e Coppa Italia: Enrico Cester – 14 attacchi vincenti ai 1000 (Cucine Lube Civitanova); Simone Parodi – 11 attacchi vincenti ai 2000, Viktor Yosifov – 2 battute vincenti alle 100 (LPR Piacenza).

 

La storia di Civitanova in Coppa Italia

22 partecipazioni: 17 alla Coppa Italia A1 nelle stagioni 2015-2016 (eliminata in Semifinale dalla Diatec Trentino), 2014-2015 (eliminata in Semifinale da Modena Volley), 2013-2014 (eliminata in Semifinale dalla Sir Safety Perugia), 2012-2013 (sconfitta in Finale dall’Itas Diatec Trentino), 2011-2012 (sconfitta in Finale dall’Itas Diatec Trentino), 2010-2011 (eliminata in Semifinale dalla Bre Banca Lannutti Cuneo), 2009-2010 (eliminata ai Quarti di Finale dalla Trenkwalder Modena), 2008-2009 (vincente in Finale contro la Bre Banca Lannutti Cuneo), 2007-2008 (vincente in Finale contro la M. Roma Volley), 2005-2006 (eliminata ai Quarti di Finale dall’Itas Diatec Trentino), 2004-2005 (eliminata ai Quarti di Finale dalla Edilbasso&Partners Padova), 2003-2004 (eliminata in Semifinale dalla Noicom Brebanca Cuneo), 2002-2003 (vincente in Finale contro la Sisley Treviso), 2001-2002 (eliminata in Semifinale dalla Maxicono Parma), 2000-2001 (vincente in Finale contro la Sisley Treviso), 1999-2000 (eliminata ai Quarti di Finale dalla Casa Modena Unibon), 1998-1999 (eliminata ai Quarti di Finale dalla Iveco Palermo – diff. Set/Punti).

5 alla Coppa Italia mista A1/A2 nelle stagioni 1997-1998 (eliminata ai Quarti di Finale dalla Conad Ferrara), 1996-1997 (eliminata ai Quarti di Finale dalla Alpitour Traco Cuneo), 1995-1996 (eliminata ai Quarti di Finale dalla Las Daytona Modena), 1994-1995 (Serie A2 – eliminata ai Sedicesimi dalla Fochi Bologna), 1993-1994 (Serie A2 – eliminata ai Sedicesimi dalla Daytona Modena).

4 trofei vinti: 2008–2009 contro Bre Banca Lannutti Cuneo, 2007–2008 contro M. Roma Volley, 2002–2003 contro Sisley Treviso, 2000–2001 contro Sisley Treviso.

 

La storia di Piacenza in Coppa Italia:

12 partecipazioni: 10 in Coppa Italia A1 nelle stagioni 2014-2015 (eliminata ai Quarti di Finale da Diatec Trentino), 2013-2014 (vincente in Finale contro la Sir Safety Perugia), 2012-2013 (eliminata ai Quarti di Finale da Casa Modena), 2009-2010 (eliminata ai Quarti di Finale dalla Sisley Treviso), 2008–2009 (eliminata in Semifinale dalla Lube Banca Marche Macerata); 2007–2008 (eliminata ai Quarti di Finale dalla M. Roma Volley); 2006–2007 (eliminata ai Quarti di Finale dalla Maggiora Latina); 2005–2006 (sconfitta in Finale dalla Bre Banca Lannutti Cuneo); 2004–2005 (eliminata ai Quarti di Finale dalla Tonno Callipo Vibo Valentia); 2003–2004 (eliminata ai Quarti di Finale dalla Icom Latina).

2 in Coppa Italia A2 nelle stagioni 2001-2002 (vincente in Finale contro la Conad Volley Forlì), nel 2000-2001 (eliminata agli Ottavi di Finale dalla Alimenti Sardi Cagliari).

2 trofei vinti: 1 in Coppa Italia A1 nel 2013-2014 contro la Sir Safety Perugia.

1 in Coppa Italia A2 nel 2001-2002 contro la Conad Volley Forlì.

 

Gianlorenzo Blengini (allenatore Cucine Lube Civitanova): E’ una settimana molto importante, che aspettiamo da parecchio tempo ma che abbiamo iniziato a preparare solo dopo che è caduto l’ultimo pallone della gara di campionato contro Vibo. Trovare Piacenza in Semifinale non sorprende, anche se chiaramente aver eliminato Perugia è stata un’impresa importante, perché quella emiliana è una squadra bene allestita con tanta qualità ed alternativa, sa giocare bene a pallavolo. Dunque ci concentriamo su questo impegno, come sempre preparando e pensando ad una partita alla volta”.

Alberto Giuliani (allenatore LPR Piacenza):Quando, insieme alla Società, è nato il progetto che aveva l’obiettivo di riportare Piacenza tra le migliori squadre della SuperLega, onestamente non pensavamo che bastasse così poco tempo. Per prima cosa quindi mi sento di dire che siamo tutti molto contenti di essere una tra le quattro squadre che partecipano a questa Final Four di Coppa Italia. Inoltre credo che nonostante questa LPR abbia palesato nel corso della Regular Season problemi di continuità a causa di diverse vicissitudini, la mia, la nostra squadra, abbia nel dna le caratteristiche necessarie per giocarsi una gara da dentro o fuori come quella di sabato contro Civitanova. Nella Semifinale giocheremo con una grande squadra che occupa, meritatamente, il primo posto in Regular Season. Siamo consapevoli che sabato ci troveremo faccia a faccia con un team composto da campioni; in quell’occasione dovremo prestare grande attenzione a Sokolov: in questo momento l’opposto sta esprimendo una pallavolo ad alti livelli con ottime prestazioni anche in battuta”.

 

Diatec Trentino (2a) – Azimut Modena (3a)

 

La Finale delle ultime due edizioni di Del Monte® Coppa Italia SuperLega tornerà a infiammare gli spalti di un palasport emiliano in veste di Semifinale e vedrà in campo la Diatec Trentino, seconda testa di serie della competizione reduce dal 3-0 agevole con Biosì Indexa Sora nei Quarti di Finale, contro la Azimut Modena, qualificata grazie al 3-0 su Gi Group Monza e detentrice delle ultime due edizioni, con “triplete” in Italia. L’allenatore dell’impresa, Angelo Lorenzetti, nel corso dell’estate ha cambiato fronte e ora siede sulla panchina gialloblù, mentre la guida dei canarini è Roberto Piazza, che ha già alzato al cielo la Del Monte® Supercoppa 2016/17 pochi mesi fa al PalaPanini ed è reduce dal successo al tie break di domenica scorsa con la Sir Safety Conad Perugia. La storia racconta che quando Diatec Trentino e Azimut Modena si sono affrontate prima della Finale di Coppa Italia ha avuto la meglio Trento, come è accaduto in Semifinale nel 2009/10 e ai Quarti di Finale nel 2013/14, mentre quando il pallone era incandescente e le due rivali si sono ritrovate faccia a faccia per l’acuto finale, negli ultimi due anni, i modenesi hanno fatto la voce grossa. Nei 64 scontri diretti andati in scena finora in Serie A, però, l’ago della bilancia è orientato verso Trento, che ha vinto 36 volte, inchinandosi in 28 incontri. Su 15 partecipazioni, la Diatec Trentino ha trionfato per tre volte in Coppa Italia. Successi inanellati nell’arco di quattro anni, tra il 2009/10 e il 2012/13. A impedire quello che sarebbe stato un filotto sensazionale, la sconfitta in Finale con Cuneo nel 2010/2011. Ancora più ricco il palmares modenese di Coppa Italia con 12 successi in 34 partecipazioni, di cui 15, come Trento, alla Coppa di A1 e 19 alla Coppa Italia mista A1/A2. Gli emiliani, che se la vedranno con l’ex di vecchia data Jan Stokr, vogliono il tris di trofei consecutivi in Coppa Italia e sperano di allungare l’attuale trend di tre vittorie di fila con i trentini tra Supercoppa e Regular Season, Play Off.

 

PRECEDENTI: 64 (36 successi Trento, 28 successi Modena)

PRECEDENTI IN COPPA ITALIA: 4 –Finale 2015-2016 (Modena - Trento 3-0), Finale 2014-2015 (Trento – Modena 1-3), Quarti di Finale 2013-2014 (Trento – Modena 3-1), Semifinale 2009-2010 (Trento – Modena 3-0)

EX: Jan Stokr a Modena nel 2004-2005.

A CACCIA DI RECORD:

In Campionato e Coppa Italia: Tine Urnaut -14 punti ai 2000 (Diatec Trentino); Matteo Piano – 4 muri vincenti ai 400 (Azimut Modena).

 

La storia di Trento in Coppa Italia

15 partecipazioni: 15 alla Coppa Italia A1 nelle stagioni 2015-2016 (sconfitta in Finale da DHL Modena), 2014-2015 (sconfitta in Finale da Modena Volley), 2013-2014 (eliminata in Semifinale dalla Copra Elior Piacenza), 2012-2013 (vincente in Finale contro la Cucine Lube Banca Marche Macerata), 2011-2012 (vincente in Finale contro la Lube Banca Marche Macerata), 2010-2011 (sconfitta in Finale dalla Bre Banca Lannutti Cuneo), 2009-2010 (vincente in Finale contro la Bre Banca Lannutti Cuneo), 2008-2009 (eliminata nei Quarti di Finale dalla Sisley Treviso), 2007-2008 (eliminata nei Quarti di Finale dalla Sisley Treviso), 2005-2006 (eliminata in Semifinale dalla Bre Banca Lannutti Cuneo), 2004-2005 (eliminata nei Quarti di Finale dalla Sisley Treviso), 2003-2004 (eliminata nei Quarti di Finale dalla Noicom Brebanca Cuneo), 2002-2003 (eliminata nei Quarti di Finale dalla Lube Banca Marche Macerata), 2001-2002 (eliminata in Semifinale dalla Noicom Brebanca Cuneo), 2000-2001 (eliminata nei Quarti di Finale della fase preliminare dalla Noicom Brebanca Cuneo).

3 trofei vinti: 2012-2013 e 2011-2012 contro la Lube Banca Marche Macerata, 2009-2010 contro la Bre Banca Lannutti Cuneo.

 

La storia di Modena in Coppa Italia

34 partecipazioni: 15 in Coppa Italia A1 nelle stagioni 2015-2016 (vincente in Finale contro la Diatec Trentino), 2014-2015 (vincente in Finale contro la Diatec Trentino), 2013-2014 (eliminata ai Quarti di Finale dalla Diatec Trentino), 2012-2013 (eliminata in Semifinale dalla Cucine Lube Banca Marche Macerata), 2011-2012 (eliminata in Semifinale dalla Lube Banca Marche Macerata), 2010-2011 (eliminata ai Quarti di Finale dalla Sisley Treviso), 2009-2010 (eliminata in Semifinale dall’Itas Diatec Trentino), 2007-2008 (eliminata ai Quarti di Finale dalla Lube Banca Marche Macerata), 2006-2007 (eliminata ai Quarti di Finale dalla Sisley Treviso), 2005-2006 (eliminata ai Quarti di Finale dalla Copra Berni Piacenza), 2002-2003 (eliminata in Semifinale dalla Lube Banca Marche Macerata), 2001-2002 (eliminata ai Quarti di Finale dalla Maxicono Parma), 2000-2001 (eliminata in Semifinale dalla Lube Banca Marche), 1999-2000 (eliminata in Semifinale dalla Sisley Treviso), 1998-1999 (eliminata in Semifinale dalla Sisley Treviso).

19 alla Coppa Italia mista A1/A2 nelle stagioni 1997-1998 (vincente in Finale contro la Alpitour Traco Cuneo), 1996-1997 (vincente in Finale contro la Alpitour Traco Cuneo), 1995-1996 (eliminata in Semifinale dalla Sisley Treviso), 1994-1995 (vincente in Finale contro la Sisley Treviso), 1993-1994 (vincente in Finale contro la Maxicono Parma), 1992-1993 (eliminata ai Quarti di Finale dalla Sisley Treviso), 1991-1992 (eliminata agli Ottavi di Finale dalla Gabeca Montichiari), 1989-1990 (sconfitta in Finale dalla Maxicono Parma), 1988-1989 (vincente in Finale contro la Sisley Treviso), 1987-1988 (vincente in Finale contro la Camst Bologna), 1986-1987 (2a posizione (su 3) con 4 punti), 1985-1986 (1a posizione (su 4) con 6 punti), 1984-1985 (1a posizione (su 4) con 6 punti), 1983-1984 (2a posizione (su 4) con 4 punti), 1982-1983 (eliminata nel 3° turno dalla Thermomec Padova), 1981-1982 (2a posizione (su 4) con 4 punti), 1980-1981 (poule finale (4a posizione (su 4) con 0 punti), 1979-1980 (1a posizione (su 4) con 4 punti), 1978-1979 (1a posizione (su 4) con 6 punti).

12 trofei vinti: 2015-2016 contro Diatec Trentino, 2014-2015 contro Diatec Trentino, 1997–1998 contro Alpitour Traco Cuneo, 1996–1997 contro Alpitour Traco Cuneo, 1994–1995 contro Sisley Treviso, 1993–1994 contro Maxicono Parma, 1988–1989 contro Sisley Treviso, 1987–1988 contro Camst Bologna, 1985–1986 (1a posizione (su 4) con 6 punti), 1984–1985 (1a posizione (su 4) con 6 punti), 1979–1980 (1a posizione (su 4) con 4 punti), 1978-1979 (1a posizione (su 4) con 6 punti).

 

Angelo Lorenzetti (allenatore Diatec Trentino):Modena è un Club che ha vinto cinque delle ultime sei manifestazioni italiane e anche solo per questo motivo va rispettata. E’ una squadra particolarmente brava a rendere problematico il cambio-palla avversario, partendo dalla battuta che tutti i giocatori non hanno paura di rischiare; oltretutto hanno dimostrato negli ultimi anni di avere una tenuta mentale di assoluto livello quando le partite contano o i palloni scottano. Sarà durissima, i pronostici non sono sicuramente a favore nostro ma non partiamo certo battuti; questa competizione ha già dimostrato di poter riservare grandi sorprese. Nell’altra Semifinale, Civitanova rispetto alla scorsa stagione è cresciuta ancora ma con Piacenza non si possono dormire mai sonni tranquilli”.

Roberto Piazza (allenatore Azimut Modena): Penso sia fondamentale concentrarci sulla gara di sabato con Trento, all’eventuale altro match si penserà solo dopo, come sempre voglio che i ragazzi facciano uno step per volta. La Diatec è una squadra forte, importante, che dopo aver perso con Perugia si è rialzata alla grande in Campionato. Il loro allenatore conosce alla perfezione Modena, nei suoi punti di forza ed in quelli deboli, noi, lo ripeto, dobbiamo pensare alla gara con Trento e giocare come sappiamo. I tanti tifosi che ci seguiranno saranno il nostro ottavo uomo in campo, come sempre, è un onore averli al nostro fianco”.

 

LA FORMULA

Le formazioni classificate dal 5° al 12° posto al termine del girone di andata (4 dicembre) prenderanno parte al turno preliminare degli Ottavi di Finale (14 e 15 dicembre 2016), in gara unica in casa delle squadre con migliore classifica. Le squadre classificate dal 1° al 4° posto al termine del girone di andata accederanno direttamente ai Quarti di Finale (11 e 12 gennaio 2017). Le quattro formazioni vincitrici parteciperanno alla Final Four (28 – 29 gennaio 2017) che assegnerà la 39a Coppa Italia.

 

IL TABELLONE

 

 

Cucine Lube Civitanova (1a) 1

       

Vibo Valentia (8a) 1

3-0

Cucine Lube Civitanova (1a)

     

3-1

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia (8a) 0

       

Padova (9a) 0

         
 

 Sir Safety Conad Perugia (4a) 0

       

Piacenza (5a) 1

2-3

LPR Piacenza (5a)

     

3-1

LPR Piacenza (5a) 1

       

Molfetta (12a) 0

     

Del Monte® Coppa Italia SuperLega

 

 Diatec Trentino (2a) 1

   

2016/17

Monza (7a) 1

3-0

Diatec Trentino (2a)

     

3-2

Gi Group Monza (7a) 0

       

 Ravenna (10a) 0

         
 

 Azimut Modena (3a) 1

       

Verona (6a) 0

3-0

Azimut Modena (3a)

     

0-3

Biosì Indexa Sora (11a) 0

       

 Sora (11a) 1

         

 

 

 

 

Conferenza stampa Del Monte® Finali Coppa Italia

Corsa agli ultimi biglietti

 

Il lancio ufficiale del grande evento della prossima settimana è avvenuto questa mattina in Comune a Bologna. Le Finali della Del Monte® Coppa Italia sono state presentate in conferenza stampa con l’Assessore allo Sport Matteo Lepore a fare gli onori di casa.

 

Stiamo facendo molto per l’impiantistica sportiva – ha detto l’Assessore Lepore -, gli eventi nazionali e internazionali, ed ora riaccogliamo la pallavolo di vertice che torna a Bologna con uno spettacolo di grande qualità. Al centro, Bologna come città dello sport, a disposizione per tutto quello che vorrà fare il volley”.

 

Il plauso è arrivato anche dalla Regione Emilia Romagna, presente al tavolo con il Sottosegretario alla Presidenza, Andrea Rossi: “La nostra Regione è felice di riaccogliere uno nuovo grande evento della Lega Pallavolo Serie A. Offriamo un calendario sportivo davvero ricco, siamo una Regione che ospita molto sport, dalle giovanili allo sport d’eccellenza. E abbiamo un logo “Emilia Romagna vince lo sport”, creato non solo come immagine, ma per fattivo supporto allo sport, perché lo sport crea opportunità per il territorio. Il grande evento non va in conflitto con il sostegno che diamo all’attività di base: la promuove. Abbiamo in Regione più di 16.000 club sportivi, con 800.000 tesserati tra federazioni ed enti di promozione. E allo sport eroghiamo sette volte quello che veniva investito fino a tre anni fa, da 300mila siamo passati ad oltre 2 milioni di euro. Perché ci crediamo”.

 

Dopo il saluto di Silvano Brusori, Presidente della FIPAV Emilia Romagna, ha catturato microfono e telecamere l’incontenibile cresta di Andrea Lucchetta, protagonista dello spot girato da Marco Caronna. Sarà lui ad animare sabato prossimo in Piazza Maggiore a Bologna la promozione dell’evento, con attività di gioco e macchine sparapalloni con cui promette di organizzare gare di ricezione e palleggio tra i passanti. “Bologna ci conosce: abbiamo fatto vivere quattro tifoserie fianco a fianco al Paladozza senza forze dell’ordine. Il nostro è un messaggio vincente: la massima attenzione verso lo sport di base, il super spettacolo dei Club di Lega. Siamo sport e piazza”.

 

Massimo Righi, Amministratore Delegato della Lega Pallavolo Serie A, portati i saluti della Presidente Paola De Micheli e ringraziata la Regione Emilia Romagna, la Città Metropolitana di Bologna, i Comitati FIPAV Emilia Romagna e Bologna ed il main sponsor Del Monte®, ha dato subito ai giornalisti presenti la prima notizia importante alla voce ticket: “Stiamo viaggiando verso il tutto esaurito per domenica 29. E’ una bella risposta, non a caso siamo a Bologna per la terza volta in quattro anni con la Del Monte® Coppa Italia. È l'esempio di come, quando politica e organizzazione sportiva lavorano insieme con grande feeling, come abbiamo avuto con Regione e Città Metropolitana, si fanno grandi cose. Ora entriamo in uno degli impianti più belli e grandi d’Europa. Per domenica abbiamo già esaurito la dotazione originale di biglietti, oltre 7.700 biglietti staccati, più la variante delle prenotazioni dei Club che dipenderanno dalle tifoserie finaliste. Apriamo adesso l’ultima gradinata, consci che forse domenica mattina resterà qualcosa al botteghino dopo il passaggio di turno dalle Semifinali. Invitiamo gli appassionati ad acquistare i biglietti per sabato, se quelli della domenica risultassero introvabili: ci sono due partite stellari da vedere. Siamo molto felici anche per Emma Villas Siena e Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania: le finaliste di Serie A2 hanno bloccato ben 1.000 biglietti per i loro tifosi al seguito. E poi aggiungiamo le Dirette RAI, estere e streaming che porteranno il nome di Bologna in tutto il mondo. Non smettiamo di fare promozione, e lavoriamo molto anche per gli spettatori delle partite: durante l’evento avremo il doppio speakeraggio, con le interviste diffuse in audio all’Unipol Arena nel pre-match, persino agli arbitri, al microfono di Lorenzo Dallari. La realtà aumentata sulla app Blinkar, con cui avere contenuti esclusivi sul proprio smartphone semplicemente inquadrando l’Event Program, è una delle grandi novità della due giorni. Schermi e interazioni con il pubblico, quiz, la Del Monte® Volley Band che suonerà live, una gallery commerciale per i nostri sponsor, un secondo campo di riscaldamento, Andrea Brogioni con il suo Volley Zap e le incursioni radiofoniche: ce le stiamo mettendo tutta”.

La prevendita è su bookingshow.it

La completa cartella stampa dell’evento è disponibile dal banner in Home page su Legavolley.it

 

 

 

 

Risultati Del Monte® Coppa Italia SuperLega - Quarti di Finale

Sir Safety Conad Perugia-LPR Piacenza 2-3 (25-17, 25-23, 23-25, 21-25, 13-15)

Diatec Trentino-Gi Group Monza 3-0 (25-19, 25-18, 25-10)

Azimut Modena-Biosì Indexa Sora 3-0 (25-16, 34-32, 25-19)

Cucine Lube Civitanova - Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-0 (25-17, 25-22, 25-22)

 

Sir Safety Conad Perugia - LPR Piacenza 2-3 (25-17, 25-23, 23-25, 21-25, 13-15) - Sir Safety Conad Perugia: De Cecco 5, Zaytsev 11, Podrascanin 11, Atanasijevic 29, Russell 10, Birarelli 6, Mitic 0, Tosi (L), Bari (L), Berger 3, Buti 0, Della Lunga 0. N.E. Franceschini, Chernokozhev. All. Bernardi. LPR Piacenza: Hierrezuelo 8, Clevenot 7, Alletti 10, Hernandez Ramos 27, Marshall 17, Tencati 4, Yosifov 2, Parodi 1, Manià (L), Cottarelli 0, Tzioumakas 0. N.E. Zlatanov, Papi, Di Martino. All. Giuliani. ARBITRI: Cipolla, Pozzato. NOTE - durata set: 25', 28', 31', 24', 21'; tot: 129'. MVP: Hernandez

 

La LPR Piacenza, dopo oltre due ore di gioco e di grande spettacolo, espugna il PalaEvangelisti al tie break e vola alla Final Four di Coppa Italia. Mastica amaro la Sir Safety Conad Perugia a cui non basta il vantaggio di due set e che stecca l’obiettivo della coccarda tricolore. Match per cuori forti a Pian di Massiano di fronte a circa tremila spettatori. I padroni di casa giocano due ottimi set, quelli iniziali, nei quali servizio (6 ace) ed attacco (60% e 65%) girano a mille. Poi Perugia cala e di contraltare Piacenza cresce, trascinata dall’Mpv Hernandez (27 palloni vincenti alla fine) a dal robusto contributo di Marshall e dell’ex Alletti (6 muri a fina gara). Nella metà campo bianconera invece crescono il numero degli errori dai nove metri e cala l’intensità offensiva con il solo Atanasijevic (29 punti alla fine con il 69%) a reggere l’attacco degli uomini di Bernardi. Il tie break decide con Piacenza che scappa subito (1-5) e con Perugia che rientra, ma che non trova le contromisure ad Hernandez. Chiude 13-15 un errore al servizio di Atanasijevic che gela il PalaEvangelisti e fa partire la festa della LPR.

MVP: Hernandez

 

Luciano De Cecco (Sir Safety Conad Perugia):Dobbiamo imparare dagli errori. Piacenza dal terzo set in poi ha meritato di vincere. Noi ci siamo spenti su tutti i fondamentali, loro invece ci hanno studiato molto bene giocando una partita perfetta. Purtroppo guarderemo la Final Four in tv ed ora ci prepariamo per quello che arriva che è sempre molto importante”.

Leonel Marshall (LPR Piacenza):Era una gara secca, la prima gara importante per noi. All’inizio loro ci hanno aggredito, ma abbiamo mantenuto la calma. Queste sono partite in cui devi dare tutto, giocare con la tecnica, ma anche con il cuore. Ed abbiamo dimostrato che il cuore lo abbiamo”.

 

Azimut Modena - Biosì Indexa Sora 3-0 (25-16, 34-32, 25-19) - Azimut Modena: Orduna 4, Ngapeth E. 19, Holt 7, Vettori 4, Petric 21, Piano 5, Rossini (L), Onwuelo 0, Le Roux 0, Massari 1. N.E. Cook, Salsi, Ngapeth S.. All. Piazza. Biosì Indexa Sora: Seganov 1, Kalinin 2, Gotsev 6, Miskevich 14, Rosso 11, Sperandio 4, Corsetti (L), Santucci (L), De Marchi 0, Marrazzo 1. N.E. Tiozzo, Lucarelli, Mattei, Mauti. All. Bagnoli. ARBITRI: Pasquali, Sobrero. NOTE - durata set: 21', 39', 24'; tot: 84'. Mvp: Petric

 

C’è bella cornice di pubblico al PalaPanini grazie ai quasi 3500 spettatori presenti per la gara dei Quarti di Finale della Del Monte® Coppa Italia SuperLega tra Azimut Modena e Biosì Indexa Sora. I gialli si impongono 3-0 sui laziali e conquistano il pass per la Semifinale all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno che giocheranno contro la Diatec Trentino.

Coach Piazza parte con Orduna-Vettori, Ngpapeth e Petric, Holt e Le Roux al centro, Rossini libero. Sora risponde con Seganov-Miskevich, Rosso-Kalinin, Sperandio-Gotsev, libero Santucci. Inizia forte Modena che sfrutta subito un buon trend nel cambio palla, 7-5 e continua a spingere portandosi sul 16-12 grazie ad un buon attacco e a un’ottima difesa, 17-12. Modena chiude il primo set 25-16. Nel secondo parziale Orduna orchestra al meglio i suoi, Seganov e compagni però non mollano nulla, 9-6. Si va avanti punto a punto con le due squadre che faticano a “staccarsi” l’una dall’altra, 23-22. Incredibile finale di set con le squadre in parità sul 30-30. Ngapeth chiude un parziale incredibile 34-32, 2-0 Modena. Spinge forte Modena anche nel terzo parziale con un ottimo cambio palla, 10-7. Scappa l’Azimut che va sul 21-16. Modena vince il terzo set 25-19 e chiude la gara qualificandosi alla Final Four del 28 gennaio.

Spettatori:3.430

Mvp: Petric

 

Roberto Piazza (allenatore Azimut Modena Volley):Dovevamo vincere e lo abbiamo fatto, non abbiamo giocato benissimo ma stasera era fondamentale portare a casa il match”.

Bruno Bagnoli (allenatore Biosì Indexa Sora):Abbiamo giocato una buona gara contro una squadra di altissimo livello, non posso che fare i complimenti ai miei giocatori”.

 

Diatec Trentino - Gi Group Monza 3-0 (25-19, 25-18, 25-10) - Diatec Trentino: Giannelli 5, Urnaut 11, Solé 9, Stokr 10, Lanza 11, Van De Voorde 7, Chiappa (L), Colaci (L), Blasi 0, Nelli 1, Mazzone D. 2. N.E. Antonov, Mazzone T., Burgsthaler. All. Lorenzetti. Gi Group Monza: Jovovic 0, Botto 4, Beretta 4, Hirsch 10, Fromm 5, Verhees 3, Brunetti (L), Rizzo (L), Dzavoronok 2, Daldello 0, Galliani 0, Terpin 0. N.E. Bucaioni. All. Falasca. ARBITRI: Satanassi, Tanasi. NOTE - durata set: 22', 27', 22'; tot: 71'. MVP Van de Voorde

 

La Diatec Trentino centra per la decima volta l’accesso alla Final Four di Coppa Italia, avendo ragione per 3-0 della Gi Group Monza. Al week end di fine gennaio dell’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (Bologna), la formazione di Angelo Lorenzetti giungerà come seconda testa di serie del tabellone confermando la posizione attualmente occupata nella classifica di SuperLega. Per staccare il pass per l’happening emiliano, i gialloblù hanno sfruttato al massimo il fattore PalaTrento (dove non hanno mai perso in questa stagione), imponendo il secco stop anche all’unica squadra che sin qui era riuscita in Regular Season a strapparle un punto casalingo. La Gi Group Monza non è mai riuscita a reggere l’onda d’urto trentina, attuata in particolar modo col muro (11 in tre set) e l’attacco, ottimamente diretto in regia da un Giannelli ispirato pure al servizio: una sua rotazione composta da 11 battute consecutive (dal 12-8 al 22-9) ha di fatto chiuso anticipatamente il match nel terzo set. Prima di allora, c’era stato spazio per un grande Simon Van de Voorde (5 muri, quattro solo nel secondo parziale) e per una Diatec Trentino che a rete aveva fatto costantemente il bello ed il cattivo tempo. In Semifinale alla Unipol Arena di Bologna il 28 gennaio ci sarà spazio per il remake delle ultime due Finali del torneo contro l’Azimut Modena.

Spettatori: 2.591

MVP: Simon Van de Voorde

 

Simon Van de Voorde (Diatec Trentino): Siamo molto contenti di aver centrato la qualificazione alla Final Four; abbiamo sfruttato al massimo la nostra buona prova a muro. Io sono andato a segno spesso stasera ma è stata tutta la squadra a destreggiarsi bene. E’ tutto più semplice quando la squadra gioca così, ma adesso pensiamo a Perugia”.

Marco Rizzo (Gi Group Monza):Non siamo riusciti a replicare la bella prova espressa nella gara di andata di Campionato, anche se sapevamo che sarebbe stato molto difficile espugnare un campo ancora inviolato contro una delle squadre più in forma di questo momento. Loro sono partiti forte ma ci hanno concesso l’occasione di rientrare in gara nel secondo set, quando eravamo sopra di qualche punto. Noi non abbiamo approfittato dell’opportunità, cedendogli di fatto la gara a livello mentale. Dispiace molto per come è finito il terzo set, soprattutto perché avevamo preparato con grande attenzione questa partita. Ora è tempo di pensare alla prossima gara contro Latina perché, oltre ad essere importante in chiave classifica, sarà utile alzare nuovamente il morale”.

 

Cucine Lube Civitanova - Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-0 (25-17, 25-22, 25-22) - Cucine Lube Civitanova: Christenson 2, Juantorena 14, Stankovic 11, Sokolov 16, Kaliberda 2, Candellaro 7, Pesaresi (L), Grebennikov 2, Corvetta 0, Kovar 2. N.E. Cester, Casadei, Cebulj. All. Blengini. Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Coscione 1, Geiler 10, Costa 11, Michalovic 8, Alves Soares 9, Barone 1, Torchia (L), Rejlek 1, Izzo 0, Marra (L), Diamantini 3. N.E. Corrado, Barreto Silva. All. Kantor. ARBITRI: Simbari, Puecher. NOTE - durata set: 21', 29', 28'; tot: 78'. MVP Stankovic

 

Pronostico rispettato nell’ultimo Quarto di finale della Del Monte® Coppa Italia: è la Cucine Lube Civitanova a staccare il biglietto per la Final Four all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BO), con i biancorossi che sabato 28 gennaio alle 15.30 scenderanno in campo per la prima Semifinale contro la sorpresa Piacenza (vittoriosa ieri in rimonta a Perugia), mentre dall’altra parte del tabellone si affronteranno Trento e Modena.

Una qualificazione, quella della squadra di Gian Lorenzo Blengini confermatasi imbattibile all’Eurosuole Forum (11 vittorie su 11), maturata con un 3-0 nei confronti della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia (25-17, 25-22, 25-22) che ha messo in vetrina tutte le virtù della squadra marchigiana. Una Lube autoritaria nel primo set, dominato con uno strapotere in attacco (61% di efficacia contro il 41% dei calabresi) evidenziato soprattutto dalle schiacciate di Sokolov (5 punti col 67%) e Juantorena, quest’ultimo decisivo anche col servizio per il primo break (4-1) e per l’accelerata finale (ace del 19-14), in cui peseranno anche i tre muri in serie piazzati da Stankovic e Candellaro (22-16). Finisce 25-17.

Una Lube dal gran carattere invece nel secondo parziale, che vede Vibo Valentia salire subito di tono in battuta e prendere un buon break di vantaggio in apertura con i contrattacchi del martello brasiliano Thiago Alves (3-7), poi allungare fino all’11-15 nonostante l’andamento a corrente alternata dell’opposto Michalovic, che sul 15-16 verrà rimpiazzato da Rejlek. Il recupero dei biancorossi è figlio della gran giornata a muro (6-1 nel parziale), ma va attribuito anche ai cambi decisi dal tecnico Blengini: l’ingresso di Kovar per Kaliberda regala delle giocate decisive in fase di difesa e ricostruzione, quello di Grebennikov al servizio si rivela invece incredibilmente decisivo per acciuffare la parità. Sono due ace consecutivi conquistati con la velenosa float del francese a scrivere il 19-19, l’accelerata finale è invece opera del solito Juantorena, autore di due colpi d’autore in attacco contro il muro della Tonno Callipo schierato, utili a fissare rispettivamente il 22-21 (primo vantaggio Lube nel set e il 24-22. A chiudere le ostilità è poi un muro del MVP Stankovic su Alves, 25-22.

Vibo non si scompone, riuscendo a tenere botta anche nel terzo set. In cui è comunque la Cucine Lube Civitanova a tenere costantemente il muso davanti, fino al 25-22 firmato da Sokolov.

Per la Lube si tratta della settima partecipazione consecutiva alla Final Four della competizione, quattro le vittorie: nel 2001, 2003, 2008 e 2009.

MVP Stankovic

 

Gianlorenzo Blengini (allenatore Cucine Lube Civitanova):Stasera era importante vincere perché trattandosi di una partita secca la pressione era tutta dalla nostra parte, ed era normale che fosse così. Vibo sta attraversando un buon momento, ma noi volevamo fortemente questa qualificazione”.

Waldo Kantor (allenatore Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia):Non mi è piaciuto l’approccio alla partita. Ci è mancata la determinazione giusta nel primo set, mentre nel secondo e nel terzo siamo stati all’altezza, ma non siamo però riusciti a sfruttare fino in fondo le occasioni che ci siamo conquistati. Va detto, comunque, che contro questa Cucine Lube è davvero durissima”.



Del Monte® Finali Coppa Italia
Aperte le prevendite per l’evento in programma all’Unipol Arena di Casalecchio il 28 e 29 gennaio
 
E’ aperta la prevendita delle Del Monte® Finali Coppa Italia, organizzata dalla Lega Pallavolo Serie A in collaborazione con il Comitato Regionale FIPAV Emilia Romagna e il Comitato Provinciale FIPAV di Bologna, e che andrà in scena all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno, alle porte di Bologna.
Sabato 28 gennaio prossimo, in diretta su RAI Sport 1, le due Semifinali della Del Monte® Coppa Italia SuperLega alle 15.30 e alle 18.00, mentre domenica 29 alle 17.30, sempre in diretta RAI, andrà in scena la Finalissima, preceduta dalla Finale della Del Monte® Coppa Italia Serie A2, programmata per le ore 14.00 (diretta streaming su Lega Volley Channel).
 
La prevendita è attiva on line su www.bookingshow.it e in tutti i suoi punti vendita. Inoltre è disponibile anche un punto vendita presso la Lega Pallavolo Serie A in via Rivani a Bologna.
 
Il programma
Del Monte® Coppa Italia SuperLega – Final Four
Unipol Arena – Casalecchio di Reno (BO)
Sabato 28 gennaio 2017, ore 15.30
1a Semifinale Diretta RAI Sport 1
Sabato 28 gennaio 2017, ore 18.00
2a Semifinale Diretta RAI Sport 1
 
Del Monte® Coppa Italia - Finali
Domenica 29 gennaio 2017, ore 14.00
Finale Del Monte® Coppa Italia Serie A2  Diretta Lega Volley Channel
Domenica 29 gennaio 2017, ore 17.30
Finale Del Monte® Coppa Italia SuperLega Diretta RAI Sport 1
 
Di seguito tutte le info utili per l’acquisto dei biglietti:
 
PREZZI BIGLIETTI GIORNALIERI (sabato 28 gennaio o domenica 29 gennaio)
 
Gradinata
Intero                    € 18,00
Ridotto                  € 14,00 (Under 14 – Over 65)
 
Tribuna Numerata
Intero                    € 30,00
 
PREZZI ABBONAMENTO SEMIFINALI E FINALI (entrambe le giornate)
 
Gradinata
Intero                    € 28,00
Ridotto                  € 24,00 (Under 14 – Over 65)
 
Tribuna Numerata
Intero                    € 50,00
 
Iniziative speciali per tesserati FIPAV tramite le Società di appartenenza
 
INGRESSO GRATUITO: Under 3 (solo in braccio all’adulto); disabile con accompagnatore fino ad esaurimento posti (inoltrando richiesta a info@legavolley.it)
 
PUNTI DI PREVENDITA
-Lega Pallavolo Serie A
Via Rivani, 6 – Bologna
Tel. 051 4195660 – info@legavolley.it
Orari: dal lunedì al venerdì ore 9.00 - 18.00, escluso festivi
 
-Punti vendita in Italia: www.bookingshow.it/servizi/vendita.asp

 

Andrea Lucchetta e la Del Monte® Volley Band accendono Bologna
 
Grande giornata di sport in piazza, oggi a Bologna. Complice uno dei “T Days”, i weekend senz’auto in centro, la Lega Pallavolo Serie A ha portato il volley in Piazza Maggiore. Chiunque sia passato al crocevia fra le tre strade del centro di Bologna (appunto, a forma di “T”) si è imbattuto nella festosa e rumorosa promozione delle Del Monte® Coppa Italia Finali del prossimo weekend all’Unipol Arena. Sagome dei giocatori protagonisti delle 6 partite, stand con gadget, un campo da pallavolo semovente con macchina spara palloni, la Del Monte® Volley Band a dar fiato agli ottoni, e il vulcanico Andrea Lucchetta dispensatore di selfie, autografi, sorrisi e facezie.



Conferenza stampa Del Monte® Finali Coppa Italia
Corsa agli ultimi biglietti
 
Il lancio ufficiale del grande evento della prossima settimana è avvenuto questa mattina in Comune a Bologna. Le Finali della Del Monte® Coppa Italia sono state presentate in conferenza stampa con l’Assessore allo Sport Matteo Lepore a fare gli onori di casa.
 
“Stiamo facendo molto per l’impiantistica sportiva – ha detto l’Assessore Lepore -, gli eventi nazionali e internazionali, ed ora riaccogliamo la pallavolo di vertice che torna a Bologna con uno spettacolo di grande qualità. Al centro, Bologna come città dello sport, a disposizione per tutto quello che vorrà fare il volley”.
 
Il plauso è arrivato anche dalla Regione Emilia Romagna, presente al tavolo con il Sottosegretario alla Presidenza, Andrea Rossi: “La nostra Regione è felice di riaccogliere uno nuovo grande evento della Lega Pallavolo Serie A. Offriamo un calendario sportivo davvero ricco, siamo una Regione che ospita molto sport, dalle giovanili allo sport d’eccellenza. E abbiamo un logo “Emilia Romagna vince lo sport”, creato non solo come immagine, ma per fattivo supporto allo sport, perché lo sport crea opportunità per il territorio. Il grande evento non va in conflitto con il sostegno che diamo all’attività di base: la promuove. Abbiamo in Regione più di 16.000 club sportivi, con 800.000 tesserati tra federazioni ed enti di promozione. E allo sport eroghiamo sette volte quello che veniva investito fino a tre anni fa, da 300mila siamo passati ad oltre 2 milioni di euro. Perché ci crediamo”.
 
Dopo il saluto di Silvano Brusori, Presidente della FIPAV Emilia Romagna, ha catturato microfono e telecamere l’incontenibile cresta di Andrea Lucchetta, protagonista dello spot girato da Marco Caronna. Sarà lui ad animare sabato prossimo in Piazza Maggiore a Bologna la promozione dell’evento, con attività di gioco e macchine sparapalloni con cui promette di organizzare gare di ricezione e palleggio tra i passanti. “Bologna ci conosce: abbiamo fatto vivere quattro tifoserie fianco a fianco al Paladozza senza forze dell’ordine. Il nostro è un messaggio vincente: la massima attenzione verso lo sport di base, il super spettacolo dei Club di Lega. Siamo sport e piazza”.
 
Massimo Righi, Amministratore Delegato della Lega Pallavolo Serie A, portati i saluti della Presidente Paola De Micheli e ringraziata la Regione Emilia Romagna, la Città Metropolitana di Bologna, i Comitati FIPAV Emilia Romagna e Bologna ed il main sponsor Del Monte®, ha dato subito ai giornalisti presenti la prima notizia importante alla voce ticket: “Stiamo viaggiando verso il tutto esaurito per domenica 29. E’ una bella risposta, non a caso siamo a Bologna per la terza volta in quattro anni con la Del Monte® Coppa Italia. È l'esempio di come, quando politica e organizzazione sportiva lavorano insieme con grande feeling, come abbiamo avuto con Regione e Città Metropolitana, si fanno grandi cose. Ora entriamo in uno degli impianti più belli e grandi d’Europa. Per domenica abbiamo già esaurito la dotazione originale di biglietti, oltre 7.700 biglietti staccati, più la variante delle prenotazioni dei Club che dipenderanno dalle tifoserie finaliste. Apriamo adesso l’ultima gradinata, consci che forse domenica mattina resterà qualcosa al botteghino dopo il passaggio di turno dalle Semifinali. Invitiamo gli appassionati ad acquistare i biglietti per sabato, se quelli della domenica risultassero introvabili: ci sono due partite stellari da vedere. Siamo molto felici anche per Emma Villas Siena e Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania: le finaliste di Serie A2 hanno bloccato ben 1.000 biglietti per i loro tifosi al seguito. E poi aggiungiamo le Dirette RAI, estere e streaming che porteranno il nome di Bologna in tutto il mondo. Non smettiamo di fare promozione, e lavoriamo molto anche per gli spettatori delle partite: durante l’evento avremo il doppio speakeraggio, con le interviste diffuse in audio all’Unipol Arena nel pre-match, persino agli arbitri, al microfono di Lorenzo Dallari. La realtà aumentata sulla app Blinkar, con cui avere contenuti esclusivi sul proprio smartphone semplicemente inquadrando l’Event Program, è una delle grandi novità della due giorni. Schermi e interazioni con il pubblico, quiz, la Del Monte® Volley Band che suonerà live, una gallery commerciale per i nostri sponsor, un secondo campo di riscaldamento, Andrea Brogioni con il suo Volley Zap e le incursioni radiofoniche: ce le stiamo mettendo tutta”.
La prevendita è su bookingshow.it
La completa cartella stampa dell’evento è disponibile dal banner in Home page su Legavolley.it

Del Monte® Coppa Italia
Bologna riabbraccia la Final Four. Il 28 e 29 gennaio l’Unipol Arena di Casalecchio apre le porte al grande volley
 
Sarà l’Unipol Arena di Casalecchio di Reno, alle porte di Bologna, la sede della Final Four della Del Monte® Coppa Italia. Il 28 e 29 gennaio 2017 i tifosi da tutta Italia potranno assistere ad uno spettacolo unico, con le due Semifinali al sabato e la Finalissima, insieme alla Finale della Del Monte® Coppa Italia Serie A2, programmata per domenica 29.
 
Le quattro squadre che scenderanno sul campo tricolore arriveranno da un processo di qualificazione tra le migliori 12 formazioni al termine del girone d’andata: si sfideranno prima negli Ottavi (14-15 dicembre, con quattro gare per le squadre fra il 5° e il 12° posto), infine nei Quarti (11-12 gennaio, fase a cui le migliori 4 saranno già classificate).
 
La data del 28-29 gennaio era nota fin dalla presentazione dei Calendari a luglio, mentre ufficialmente da oggi inizia l’organizzazione in collaborazione con il Comitato Regionale FIPAV Emilia Romagna e il Comitato Provinciale FIPAV di Bologna per portare in riva al Reno i migliori atleti del gotha pallavolistico.
 
La Lega Pallavolo Serie A torna quindi a collaborare con il Gruppo Sabatini per la organizzazione di un evento, come già era successo il 9 maggio del 2010 per il primo storico V-Day, la finale in gara unica che vide la Bre Banca Lannutti Cuneo centrare il suo primo scudetto proprio sotto i riflettori di Casalecchio.
 
Unipol Arena è il più grande e moderno complesso per eventi in Italia. Progettato dal Gruppo Sabatini sul modello dei più grandi e prestigiosi centri culturali e sportivi europei – dall’O2 di Londra al Beaubourg di Parigi – Unipol Arena è strutturata con spazi modulari in grado di ospitare, al termine dei recenti lavori di ristrutturazione, fino a 18.000 persone in assetto concerto. Situata in una posizione strategica nell’area metropolitana di Bologna, a soli 2 km dal casello autostradale di Casalecchio di Reno e a 8 km dall’Aeroporto G. Marconi, Unipol Arena si trova al centro dell’area commerciale FUTURSHOW STATION, che con un recente finanziamento di 100 milioni, tra cui 12 di sole opere pubbliche, ha subito un profondo restyling. La struttura è raggiungibile in 15 minuti di treno direttamente dalla Stazione di Bologna Centrale, ed è dotata di un’area parcheggi di 60.000 mq, con 5.000 posti auto.
 


Le Squadre del Campionato 2016/2017


Azimut Modena

Biosì Indexa Sora

Bunge Ravenna

Calzedonia Verona

Cucine Lube Civitanova

Diatec Trentino

Exprivia Molfetta

Gi Group Monza

Kioene Padova

LPR Piacenza

Revivre Milano

Sir Safety Conad Perugia

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia

Top Volley Latina

Italian Time: 20:05 - 20 Mag 2018
© 2008 Lega Pallavolo Serie A